SPERANZA LEONARDO PADRE

nuova puglia d'oro_total white

SPERANZA LEONARDO PADRE

nuova puglia d'oro_total white

Cassano delle Murge 18 novembre 1952

Reggente della prefettura della Casa Pontificia.

è un religioso rogazionista e scrittore prolifico. Il 4 agosto 2012 fu nominato da Papa Benedetto XVI Reggente della Prefettura della Casa Pontificia, dopo averci lavorato per circa trent’anni come ufficiale addetto al protocollo. In precedenza, era stato Cerimoniere pontificio. Il 9 febbraio 2013 è stato nominato protonotario apostolico di numero da Papa Benedetto XVI. Sostituisce il vescovo Paolo De Nicolò, dimessosi per ragioni di età.​ autore di numerosi volumi su temi spirituali

Opere

  • Messaggi pontifici
  • Paolo VI e l’eucaristia(2004)
  • Charles de Foucauld. Io semino altri raccoglieranno(2005)
  • L’uomo mangiato(2005)
  • L’amore più grande. Giovanni Paolo II ai sacerdoti(2005)
  • Sull’altare del mondo. Pensieri sull’eucaristia(2005)
  • Aforismi per un cristianesimo anticonformista(2007)
  • L’uomo del divino(2008)
  • Gridare il Vangelo con la vita. Anno A riflessioni(2009)
  • Torniamo al Vangelo. Anno B. Riflessione sulla liturgia della parola(2009)
  • Gridare il Vangelo con la vita. Riflessioni sulla liturgia della parola. Anno B(2009)
  • Gridare il Vangelo con la vita. Riflessioni sulla liturgia della parola. Anno C(2009)
  • Il prete di adesso(2009)
  • L’arte di vivere. La fontana del villaggio(2010)
  • Alla luce del Vangelo(2011)
  • Paolo VI. L’anno della fede(2012)
  • Giovanni d’Avila(2012)
  • La felicità della Pasqua nella dottrina di Paolo VI(2013)
  • Paolo VI al Concilio Ecumenico Vaticano II(2013)
  • 50 messaggi pontifici per la Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni(2013)
  • Paolo VI e il Sinodo dei Vescovi(2015)

 

Onorificenze italiane

Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana
«Reggente della Prefettura della Casa Pontificia. Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 18 aprile 2015

 

Onorificenze straniere

Cavaliere di I Classe dell’Ordine di San Stanislao (Casa Romanov)
– 2010

http://www.cassanoweb.it/attualita/29517-un-cassanese-a-capo-della-prefettura-della-casa-pontificia.html

Venerdì 07 Febbraio 2020 07:45

Un alto prelato cassanese, mons. Leonardo Sapienza (nella foto con il Pontefice)  Dal 4 agosto 2012 è stato nominato quale sostituto del Prefetto della Casa Pontificia, mons. Georg Gänswein. Mons. Sapienza diventa così il più stretto collaboratore del Pontefice presso la Santa Sede.

https://www.avvenire.it/chiesa/pagine/sapienza-nuovo-reggente

sabato 4 agosto 2012

Padre Leonardo Sapienza è il nuovo reggente della Prefettura della Casa Pontificia. Lo ha nominato il Papa in sostituzione del vescovo Paolo De Nicolò che si è dimesso per ragioni di età. Religioso rogazionista e autore di numerosi volumi su temi spirituali, padre Sapienza ha 60 anni e da circa 30 era addetto al protocollo della Casa Pontificia. Così in tutte le occasioni ufficiali era accanto al Pontefice con tale mansione. Ora sale di grado ma continuerà ad essere “l’ombra” di Benedetto XVI.

Povero cuore di vescovo, il nuovo volume di padre Sapienza

Padre Leonardo Sapienza, reggente della Prefettura della Casa Pontificia, ha pubblicato un nuovo libro dedicato al mestiere del vescovo che si intitola ‘Povero cuore di vescovo’ (edizioni Vivere In), che parte dal 11 giugno 1973 quando Paolo VI inaugurò la decima Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana. Padre Speranza è autore di apprezzati saggi come “La Parola ai poveri(Edb).

Il testo si presenta di attualità per le diverse situazioni particolari e le pressioni di diverse diocesi. Torna pienamente valida l’affermazione che “nessuno vorrà dire che sia facile oggi fare il vescovo”.

ll vescovo è un cuore, dove tutta l’umanità trova accoglienza. Come osservò Paolo VI in un suo discorso del 30 giugno 1974. Il cuore del Pastore nel “mestiere” del vescovo. A descriverlo è padre Speranza  “Ci vuole coraggio, ci vuole fede – ricorda oggi il reggente della Prefettura della Casa Pontificia- per rispondere ad una tale vocazione.”

Religioso rogazionista è uno dei più stretti collaboratori di papa Francesco. La sua capacità organizzativa è stata ininterrottamente al servizio di tre pontefici. Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e ora Francesco. Padre Sapienza sintetizza il pensiero di papa Montini sull’episcopato: “Per guidare i presbiteri. Per formare i seminaristi. Per parlare ai laici di oggi. Non basta il fascino. Non bastano le adunate oceaniche. Ci vuole una dottrina. Ci vuole un esempio. E una parola autorevole”.

Conclude padre Sapienza in una summa del pensiero di Montini: “Per guidare i presbiteri, per formare i seminaristi, per parlare ai laici di oggi, non basta il fascino, non bastano le adunate oceaniche; ci vuole una dottrina. Ci vuole un esempio e una parola autorevole”.

“Povero cuore di vescovo”: la missione del Pastore secondo padre Sapienza

POTREBBE INTERESSARTI